Welfare gente di mare: Salvatore d'Amico, Fleet Director Gruppo d'Amico di Navigazione

Welfare gente di mare: Salvatore d'Amico, Fleet Director Gruppo d'Amico di Navigazione



salvatore d'amico del gruppo no money no da nico di navigazione sicurezza sviluppo solidarietà quali sono le azioni messe in campo dal vostro gruppo armatoriale rispetto alla gente di mare il welfare che già allora innanzitutto grazie per la domanda lavora innanzitutto dirvi che il gruppo d'amico impiega tra le proprie navi e le navi che armiamo per conto terzi e circa 5000 marittimi io stesso sono stato un marittimo quando a 14 anni sono andato a bordo come mozzo e quindi conosco per certi versi anche le problematiche che spesso ai marittimi si trovano ad affrontare purtroppo come uscito fuori anche durante la conferenza oggi si sono è aumentata molto l'efficienza quindi anche le soste nei porti sono diminuite noi abbiamo messo a bordo delle nostre navi cercando di intervenire così sul welfare dei marittimi internet a disposizione di tutto l'equipaggio affinché possano comunicare con loro famiglie anche quando si trovano in mezzo al mare tuttavia questo ha creato un effetto collaterale che ha fatto sì che marittimi a volte cicelyn un pochino nelle loro problematiche nelle loro cabine vi basti dire che è un marittimo connesso significa un marittimo che subisce tutte gli stress della famiglia senza però poterli gestire come invece di gestirebbe se fosse a casa ecco per questo noi come gruppo d'amico siamo molto molto attenti al welfare dei marittimi da una parte ma contemporaneamente riteniamo parte integrante del welfare il far stare i marittimi insieme quando sono a bordo infatti abbiamo installato sulle nostre navi delle playstation o di nintendo wii per obbligarli quasi mi lascio usare questa parola impropria perché può in realtà per loro un piacere a giocare insieme quindi distrarsi e quindi fare anche gruppo tra di loro purtroppo le navi negli anni sessanta navigavano con 40 50 marittimi oggi la nostra tipologia di navi naviga tra le 20 e le 25 persone a bordo quindi chiaramente anche il gruppo di persone è un gruppo completamente diverso rispetto a quello che era una volta ed ecco qui che l'armatore deve invece intervenire come essere responsabili e far sì che questo gruppo sia molto più legato è molto più unificato di quanto lo fosse una volta è pensabile arrivare anna di automatizzate quindi mancanza di personale a bordo allora innanzitutto le nostre navi sono automatizzate è una cosa molto diversa a parlare di navi che assomigliano a dei droni io non credo che sia pensabile sostituire il computer all'uomo ma ritengo che come già sta avvenendo soprattutto quando si parla di traffico internazionale perché poi ovviamente sul traffico costiere un pochino diverso novi basti dire se una nave deve andare fissa tra due porti avanti e indietro a questi porti distano 3 km l'uno dall'altro allora magari ci sono una serie di ruoli che a bordo possono essere sostituiti da un computer ma è una storia completamente diversa se invece parliamo di navi che fanno traffico internazionale anzitutto esistono delle problematiche di carattere legali insuperabili ma poi dire che noi sostituiamo siamo in grado di diciamo di sorpassare l'uomo con un computer si deve essere molto presuntuosi a mio modesto parere penso invece che i computer debbano contribuire avere un ruolo molto attivo nel semplificare il lavoro dei nostri marittimi a bordo vi basti dire che grazie computer oggi i marittimi durante la notte nella fattispecie per l'equipaggio di macchina possono riposare avere l'allarme nelle loro cabine quindi scendere nel locale macchine solamente quando suonano questi allarmi e non come era fino a qualche 15 20 anni fa che dovevano stare anche di notte fissi a fare la guardia e macchina quindi diciamo che l'automazione può aiutare i marittimi ad avere una vita molto migliore a bordo ma da qui a sostituire con il computer il personale navigante credo che insomma spero di non vederla ma comunque ci vogliono tanti anni

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *